Corriere piccolo

domenica 18 settembre 2011

Presenza-Assenza


A detta  di mio marito, la foto sul piano comunicativo è ben riuscita: "Se è stato voluto"  ha aggiunto.                            
Non è stato voluto, lo so di per certo, perché sono l'autrice   del clic con il mio cellulare. E, come volevasi dimostrare, a me la comunicazione riesce in modo inconsapevole: sia        
che riesca bene; sia che riesca male. :-)


Nou

26 commenti:

  1. Ottima comunicazione, voluta o no.
    Si respira un'aria di serena rilassatezza.
    Cristiana

    RispondiElimina
  2. Ciao Cristiana, grazie. Buon proseguimento domenicale. Qui forse pioverà sul serio, fra poco; per il momento abbiamo avuto due piccole anticipazioni.

    Nou

    RispondiElimina
  3. Mi piace questa foto. Anche il fatto che non sia nitidissima, ma un po' velata , contribuisce a portarti nella dimensione del sogno.

    RispondiElimina
  4. Ciao Cindry, le tue parole sono lusinghiere. Faceva molto caldo e la velatura potrebbe proprio dipendere dalla luce calda del primo pomeriggio o più semplicemente dalla fotografa poco esperta :)

    Ciao un bacione

    RispondiElimina
  5. Proprio come hai titolato questo tuo post si avverte la presenza-assenza di qualcosa o di qualcuno.

    RispondiElimina
  6. Comunicazione inconsapevole, ma perfetta:un pomeriggio ozioso, un sole velato e tanta voglia di serenità. Questo mi trasmette.
    Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  7. del resto "comunicazione" è l'azione di mettere qualcosa in comune!

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Forse senza saperlo attraverso un clic il nostro inconscio va alla ricerca di quello che in quel momento cerchiamo?

    Mi sono soffermata in bacheca e letto la tua riflessione

    "Nella fragilità l’esserci si esprime predominante. Nella fragilità si percepisce la potenza dell’esistenza sull’ identità affievolita. Nounourse"

    Mi ha colpita molto tutta la riflessione, ma in queste tue ultime parole ho raccolto un mio pensiero.

    Strano davvero come due persone cosi lontane e mai viste la pensano allo stesso modo sulla fragilità dell'anima.
    Quando più un'anima è fragile più vola in alto e non c'è attrito con il basso
    e questa è la sua forza.

    Conoscerti è stato davvero un piacere
    ciao ti abbraccio

    notte serena

    RispondiElimina
  10. Buona giornata punto e virgola.

    RispondiElimina
  11. E' tarda ora, ma ho già fatto un pisolo e ora sono ben sveglia, così approfitto per ricopiare le risposte dalla brutta copia.

    @Aldo: dalla foto s'intravede appena un libriccino e la settimana enigmistica. Il libriccino fa parte della raccolta "Racconti di Repubblica", corrispondente a "Greville Fane" di Henry James, che racconta di una scrittrice priva di gusto letterario e dice:"Poteva inventare racconti a metri, ma non poteva scrivere una pagina in inglese". Sinceramente mi ha divertito molto questa biografia immaginaria perché molto spesso ho pensato, dei miei brevi racconti, di non essere riuscita mai a scrivere una pagina in italiano, parimenti alla protagonista del racconto...ma, anche questo grande autore in vita non è stato molto apprezzato però ora è nella presenza-assenza di quel pomeriggio fra i monti.

    @Grazia: la serenità è una mia costante ricerca e sono felice di averla fermata in questa immagine, e ancor più di averla trasmessa.

    @Antonio: ho fatto una ricerca sul significato di comunicazione. Ho trovato una lezione di Gianni Vattimo (http://www.emsf.rai.it/grillo/trasmissioni.asp?d=405) Su che cosa significa comunicare. Molto interessante riflettere sul come, perché e il senso della comunicazione. E' un qualcosa che facciamo da sempre tanto da non accorgerci che si è dentro sin dalla nascita. La più alta forma di comunicazione avviene quando si mette in comune comprensione e affinità.

    @Rosy: il nostro pensiero è vicino. Come identità affievolita io intendevo l'improvvisa consapevolezza della persona di essere fragile rispetto alla malattia; e la riscoperta al tempo stesso della bellezza e la forza dell'esistenza tutta, che un corpo indebolito può esprimere nei piccoli gesti quotidiani.
    Più un'anima è fragile, più sente e comprende e più vola alta :)
    Grazie della stima che non so se sia meritata, soprattutto conto sull'amicizia.
    Un abbraccio ciao

    RispondiElimina
  12. P.S. per Rosy:

    Il nostro inconscio trova sempre ciò che cerca!

    :)
    Buona notte o buona alba... sento cantare un galletto che vive sugli alberi del giardino comunale qui vicino ..ciao

    RispondiElimina
  13. Io credo che hai fatto capire quel che intendevi::: un bel relax su un soffice sdraio il tutto attorniato da uno spettacolo naturale favoloso...Sono invidiosaaaaaa
    Abbraccio ☺ ♥ ♫ ☼

    RispondiElimina
  14. @ Farfallaleggera:
    Non ho espresso mai uno speciale apprezzamento del luogo, prima che quel piccolo appezzamento diventasse mio, per paura che qualcun altro ci facesse troppo caso e anche troppi pensierini così da soffiarmelo. La fortuna o privilegio grandissimo è che da lì si domina gran parte della vallata mentre il bosco rimane di lato. Una gran fortuna, anche se dietro c'è qualche abitazione che qualche volta è frequentata. Inizialmente erano tutte stalle per l'alpeggio delle mucche. Per il luogo fai bene ad essere invidiosa, lo sarei anch'io; per il resto:"Tutto il mondo è paese"! Se vi trovassi solo mucche e gli animali del bosco, sarebbe il paradiso.
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  15. Ciao, leggo spesso in giro i tuoi commenti, e poichè sono curiosa eccomi a farti un saluto:-) Per la foto, credimi rende,te lo dice una che è una frana anche con un attrezzo sofisticato:-)Mi ha colpito la tua presentazione, del resto me lo immaginavo, un caro saluto e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  16. Ciao Nou, ce l'hai fatta, visto?.....
    Sono felicissima per te.
    Un caro abbraccio.

    RispondiElimina
  17. Ciao Riri, Ciao Gianna, attraverso le risposte nei blog amici si individuano aspetti del carattere e modi di pensare.

    Riri sei sempre ironica e gioiosa ("solare", per i contemporanei); giorni fa ha scritto un commento sulla tua osservazione del comportamento condominiale, ma poi quando ho premuto il tasto invio è sparito tutto...una rabbia! Questa rete si è immagliata tutti i miei più azzeccati commenti (sic!), ma farò un post delle mie avventure di protesta pubbliche, prima o poi.

    Gianna, tu hai fatto molta esperienza dello stare insieme numeroso e lo continui a fare molto bene, con garbo e rispetto.
    Io sono fortunata di avervi incontrate/ti tutti voi amici del web e tutto è partito da "Via della polveriera" del nostro carisssimo Aldo, anche se navigo nella rete da 11 anni. Prima di questo ultimo blog usavo internet quasi esclusivamente per ricerche finalizzate a chiarimenti delle mie letture.

    Grazie dell'amicizia che sapete esprimere.

    Un abbraccione e buona domenica :)

    RispondiElimina
  18. Grazie a te, nou!

    Bacio e buona settimana!

    RispondiElimina
  19. Mi piace perchè la sdraio, pur essendo vuota, mi sembra ben occupata dai timidi raggi di sole. Come se stendercisi fosse peccato :)

    RispondiElimina
  20. Ciao Maraptica, benvenuta! Anche la tua lettura della foto è condivisibile, forse anche più di quella di mio marito che ha apprezzato soprattutto l'indizio dei libretti e la penna appoggiati.

    A presto
    Nou

    RispondiElimina
  21. Quando si parla di piano della comunicazione credo si debba intendere non solo il messaggio, anche inconsapevole o inconscio, che si desidera trasmettere, ma anche il come il messaggio viene recepito.
    In genere un lettino visibilmente comodo e gradevole, incastonato in una cornice naturale molto bella trasmette sicuramente un messaggio di serenità, ma io non escluderei quello di una grande vitalità e di un grande dinamismo.
    L’immersione nella natura, strano che nessuno l’abbia pensato, sollecita e solletica pensieri non propriamente di serenità, desideri propri di una certa stagione della vita.

    RispondiElimina
  22. Luigi, forse ti riferisci ai desideri legittimi dell'età vigorosa e fertile della maturità. Probabilmente anche a qualche incongruenza delle scelte ed alle dinamiche per la realizzazione del nostro individuale vivere fra tanti.
    Ciao:)
    Nou

    RispondiElimina
  23. ... "desideri legittimi dell'età vigorosa e fertile della maturità"! ;-)

    RispondiElimina
  24. A volte gli istanti migliori non vengono catturati da una super macchina con grandangolo, 4 obiettivi e 210975031 funzioni diverse. Basta coglierlo, l'attimo.
    Bella foto, sento la presenza forte della luce...mi mette positività, e allo stesso tempo mi arriva la mancanza di qualcosa, che non so cosa sia. Fantastico.
    Un bacione (oggi ho scritto anche troppo :P )
    Ari (:

    RispondiElimina
  25. I momenti più belli sono quelli della semplicità e l'immediatezza che ci arrivano in un lampo... o che nascono in noi in un lampo: è un fatto misterioso ma fantastico, esattamente come tu dici.
    Un bacione anche a te Ari, ciao :)

    RispondiElimina