Corriere piccolo

lunedì 2 agosto 2010

I 26 anni di Pino - Racconto di Riccardo Uccheddu

I 26 anni di Pino - Racconto di Riccardo Uccheddu

Un commovente, realistico e poetico racconto in omaggio alle vittime della strage di Bologna nella ricorrenza del trentennale dell'eccidio.
Cliccare qui:
http://riccardo-uccheddu.blogspot.com/2010/08/i-26-anni-di-pino.html
Un abbraccio a tutti
Nou

3 commenti:

  1. Grazie, Nou, per aver dato visibilità al mio racconto.
    Grazie di cuore!
    E' solo un modesto contributo ad una tragedia di cui, a distanza di 30 anni, non si trovano ancora nè il senso nè i mandanti.
    E come sappiamo, chi fu condannato come esecutore materiale (Fioravanti e Mambro) è stato scarcerato...
    Che vergogna!
    E quante vite spezzate per sempre, come nella storia di Pino, questo personaggio di fantasia... eppure tanto, troppo reale.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Fatto cara Nou, ho seguito il tuo invito.

    RispondiElimina
  3. @Riccardo
    Gli esecutori di stragi dovrebbero essere privati della libertà a vita.
    ***
    Pino assume su di sè tutto il dolore della devastazione e della perdita. Vive presente passato e futuro nell'istante del trapasso assordante e fumoso. Sa tutto e vede tutto ma non può intravedere la pace ancora smarrita nel frastuono...
    Gilgamesh lo conduce e rassicura: prima o poi avrete giustizia, il mondo finirebbe se l'ingiustizia dominasse la giustizia...
    C'è una chiarezza e una tensione nella storia di Pino che mi lascia sconcertata. Forse il trapasso investe per ognuno di noi la piena coscienza dell'esistenza, oltre la dimensione temporale e spaziale.
    Ciao e grazie a te.

    @ Aldo
    Quando mi piace qualcosa , non riesco a tenerla tutta per me: ho bisogno di condividere le cose belle e le emozioni che suscitano, in questo caso è la storia di Pino che mi è entrata nell'anima come vera e, nella sua tragicità, è stata costruita con grande sensibilità e sapienza narrativa da Riccardo U.
    Grazie Aldo di aver condiviso.

    Un abbraccio ad emtrambi, Nou.

    RispondiElimina