Corriere piccolo

martedì 25 novembre 2014

Paella





La mia prima paella


La paellera l’abbiamo da quando siamo stati in vacanza nel sud della Francia. I ragazzi avevano 11 e 12 anni, ora ne hanno 38 e 39.

Ho visto in un programma televisivo la preparazione di questo piatto fantastico e mi è sembrato semplice, dopotutto, rimproverandomi di essermi scoraggiata nella consultazione della ricetta fatta negli anni precedenti.

Allora mi sono cimentata con un riassunto di tutte le varie ricerche sul tema in Rete.

Ho preparato del fumetto il giorno prima e  il giorno predestinato, domenica scorsa, ci ho provato.

Posta sul fuoco la paellera ho cotto per primo della salamella, dei bocconcini di carne di maiale e bocconcini di coniglio (gia’ asciugato nel forno): ho aggiunto anelli di totano  insaporiti bene nella cipolla, scalogno e peperone rosso, con salsa di pomodoro. Ho aggiunto il riso (troppo, ne bastava 2hg in meno), il fumetto, lo zafferano, i piselli del nostro orto: ho pareggiato bene cercando che il tutto non traboccasse e ho lasciato che la stufa a legna facesse il suo dovere. Cinque minuti prima di toglierla dal fuoco ho aggiunto gli scampi e i peperoni gialli spellati. Con quest’ultima operazione non ho avuto più il posto per le cozze e le cicale di mare che ho cotto a parte e servite separatamente…

Il sapore era ottimo, ma le proporzioni non ottimali e quindi l’esperimento riuscirà di sicuro molto meglio la prossima volta..se ci sarà e quando sarà…farò sapere :))

Di certo non potrò aspettare altri 27 anni!!!



18 commenti:

  1. Un piatto veramente speciale cara Nou, e sicuramente molto buono.
    Ciao e buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso, sì era buono. Buoni giorni carissimo!
      Ciao Nou

      Elimina
  2. Deve essere stata buonissima!!!
    Pensa che anni fa, dopo una degenza in ospedale di tre settimane, è stata la prima cosa che mi sono cucinato una volta arrivati a casa!! Non so perchè... sarebbe stato più normale desiderare un buon piatto di pasta! Forse perchè lì dentro c'è un pò di tutto: carne pesce verdure riso...
    Vabbè; adesso che hai fatto la prima, la prossima sarà impeccabile!!! ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tornando a casa dopo tre settimane di ospedale penso che si desideri ogni cosa buona che la cucina casalinga può offrire!
      Sei anche un bravo cuoco, mi pare di capire :-)
      Non potrò sbagliare le dosi. L'ho già in mente, la prossima, con tutto il verde dei piselli e il giallo dello zafferano nel riso (questa volta riso del Delta del Po che ho già procurato) in bella mostra fra gli scampi...Riesco a desiderare come un bel regalo anche un piatto ben riuscito.
      Ciao a presto :-)

      Elimina
  3. Complimenti Nou, chissà che buona !

    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gianna! Buona sì, sì!
      Un abbraccio :-)

      Elimina
  4. Che bontà!!!!!...complimenti alla cuoca espagnola!!!;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho un'amica madrilena che verrà a trovarmi la prossima primavera e allora lei farà la paella con la ricetta della sua mamma..allora sì che andremo sul liscio ;))
      Ciao, un abbraccione

      Elimina
  5. Vabbe' io attendo fiducioso....
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aldo, la mia amica spagnola mi ha promesso di fare una paella con la ricetta di famiglia:TUTTO PESCE! Questo sarà alla volta di Maggio-Giugno...Vedrai che roba! Sei in tempo per farci un pensierino;-)
      Bacioni
      Nou

      Elimina
  6. Sono appena tornato da scuola, non puoi farmi venire tutta questa fame!
    Io adoro la paella, ho avuto modo di mangiarla anche a Toledo... straordinaria, straordinaria...
    Però non pensavo al coniglio, sai?
    Ma in effetti, perché no? Penso che la paella sia un piatto che permette una certa libertà di movimento (in questo caso, di ingredienti).
    Un abbraccio ed a presto.
    Riccardo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non solo il profumo, l'appetito, la gola, ma anche la vista ci fa venire l'acquolina in bocca:)))

      Ciao Riccardo, abbracci!

      Elimina
  7. Da leccarsi i baffi!
    Scusa Nou la mia insistenza, ma non ricevo più l'avviso dei tuoi post.
    Dovresti iscriverti nuovamente tra i miei followers, hai visto mai....
    Grazie!
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristiana!
      Mi sono di nuovo iscritta, funziona ora?

      Un abbraccio

      Elimina
  8. Ciao Nou,
    ho rovato i tuoi auguri sul blog,
    mi fa felice che dopo tanto tempo che manco qualcuno si ricordi di me.
    ti auguro un felice 2015 con tutte le cose che vorresti te.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Palin :)
      Dimenticare le persone che ho scelto per amicizia sarebbe un tradimento troppo grande verso me stessa e verso l'amico.
      Anch'io ti auguro un 2015 pieno di gratificazioni...in generale la pienezza si manifesta poco ma è bene augurarsela e cercarla!
      Un abbraccio
      Nou

      Elimina