Corriere piccolo

mercoledì 5 giugno 2013

Più di una vita di Claudio Spadoni



Più di una vita
di 
Claudio Spadoni

Qui



Ho sentito parlare della nascita di questo libro. L’ho atteso nel corso degli anni. Ora si è concretizzato ed è superiore ad ogni aspettativa. 
L’autore è un mio carissimo amico e spero che a questa sua prima opera  ne seguano altre perché la sua scrittura fa bene al cuore . 
La presentazione di “Più di una vita” dell’editore traccia l’essenza del testo ed è completa, ma oso aggiungere la mia impressione personale: “ Nello scorrere delle pagine si vede scorrere la vita, una vita viva che nel quotidiano vede il passaggio degli eventi con tutte le sfumature di sentimenti e fatiche nell’avversità, ma che mai l’animo ne viene vinto, mai la fantasia offuscata. L’Autore eleva i gesti quotidiani della vita a un sentimento intimo, in alcuni aspetti, mitico, proiettando la mente e i moti dell’animo umano nell’aria, nella luce, quasi come se il corpo fosse senza peso e importanza, solo veicolo per attraversare l’universo.

Parlando con un amico comune mi venne detto di Claudio: “Lui è un "intimista" e vive tutti gli aspetti della vita sentendoli dentro in modo importante e li descrive per quello che sono. Claudio non ama la tristezza, non è nella sua indole essere triste, mentre la malinconia si. Ma difficilmente si fa abbattere dalle avversità: ha una forza d'animo proporzionale alla sua sensibilità, che è molto alta te lo garantisco. E poi, cosa molto bella, ha ironia anche nei momenti difficili.” 
Questo giudizio è dettato da una conoscenza che parte dall’infanzia ed è quindi concreto supporto alle mie impressioni e penso anche di chi leggerà “Più di una vita”.

42 commenti:

  1. Il titolo è "intrigante" così pure la recensione che ne hai fatto Nou!
    Credo che Claudio sia veramente una bella persona!
    Un bacio Nou e .... ben tornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisena e grazie per le tue parole. Su Claudio hai indovinato :)

      Un abbraccio grande

      Elimina
  2. A leggere quanto da te scritto il libro è veramente interessante e lo scrittore Claudio Spadoni è un'ottima persona oltre che un valente scrittore.
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo le ottime persone hanno i requisiti per diventare amici miei...sicuro!!! Che presuntuosa vero?

      Un caro abbraccio Aldo, ciao Nou

      Elimina
  3. Così a orecchio sembra un libro che fa per me. Lo prenderò. Grazie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è anche la possibilità di scaricarlo sui supporti elettronici con 99centesimi.

      Ciao Cristina.

      P.S. Sono passata a leggere il post del vostro incontro Bloggers. Siete belli, molto belli e sorridenti, si vede che la compagnia era buona :)

      Elimina
    2. (Ci mancavi tu, nella buona e bella compagnia)

      Elimina
    3. Crì, spero per la prossima occasione.
      ti abbraccio
      nou

      Elimina
  4. Cara Nou, vedo che ci stai informando di un buon libro!
    Io vorrei informarti che dopo tanto pensare anche io ho deciso di fare un libro dei miei racconti della mia vita, solo che sarà una cosa privata, se passi da me troverai un post che parla di questo.
    Ciao e buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che ne farai più di una edizione e mi riservo di prenderne uno più in là, con la ristampa. Molti racconti li ho già letti sul tuo blog, però so che un libro è un'altra cosa.

      Ciao Tomaso e un abbraccio

      Nou

      Elimina
  5. Risposte
    1. Grazie per la stima :)

      E' proprio bello essere nonni!

      Baci, ciao.

      Elimina
  6. Sono d'accordo con Paolo, un'amica come te...che meraviglia. Deve essere un bel libo, ne prenderò nota.
    Un abbraccio grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Riri, come dicevo a Crì si può scaricare facilmente per chi sa usare bene le modalità della rete.

      Anche tu sai essere una buona amica :)

      Un abbraccio forte.

      Nou

      Elimina
  7. Ciao Franca, grazie per le tue parole piene di affetto e di stima. Spero di non deludere mai la nostra bellissima amicizia.

    Con l'occasione vorrei ringraziare anche tutti i tuoi amici che sono intervenuti nei commenti.

    Un forte abbraccio.
    Claudio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Claudio :)

      Bacioni
      Franca

      Elimina
  8. ciao nou,
    pare interessante questo libro ciao marianna!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marianna, bentornata :)

      Un abbraccio

      Nou

      Elimina
  9. Le belle persone scrivono sempre belle cose.
    Buon mercoledì e bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosy, eccomi in ritardo ma in tempo per augurarti un buon finesettimana.

      Un abbraccio
      Nou

      Elimina
  10. Il libro da quello che hai scritto deve essere proprio bello. Sto meditando sulla differenza fra tristezza e melanconia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alberto, anch'io sto cercando di capire. Ho sempre pensato che la malinconia sia connaturata in un individuo e quindi un modo di essere che aiuta a capire di più in profondità l'esistenza, una cosa buona in fondo. La tristezza, pur assomigliando alla malinconia è più devastante, come senza sbocco, e non è possibile conviverci a lungo. Poi naturalmente ho fatto una giratina su wikipedia e ho fatto un sunto che riporto:
      "La malinconìa è un sentimento che provoca una tristezza costante.
      La malinconia si distingue benissimo dalla comune tristezza in quanto il malinconico ha uno stato di "consapevole impotenza " vicina alla depressione e rivolta al passato. Ancora oggi riconosciamo agli artisti un carattere prevalentemente melanconico, proprio per questo capace di cogliere gli aspetti della vita che sfuggono ai più audaci ed irruenti.

      La tristezza è un sentimento fisiologico se limitato ad occasioni circoscritte. Il momento della tristezza rappresenta l'incontro tra il desiderio e i suoi propri limiti."

      Ciao:)

      P.S. Se avrai modo di leggere il libro, mi piacerà sapere la tua impressione.

      Elimina
  11. Mi hai incuriosita, Nou.

    Lo leggerò.

    Bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gianna, come avrai notato non sono molto assidua alla rete negli ultimi tempi. Gli ultimi due mesi sono stai molto impegnativi per qualche lavoretto di ristrotturazione della casa e per le esigenze dei figli. Ora sono proprio stanca e, per fortuna, in procinto di partire per due settimane al mare con le nuore e le nipoti :). spero di riuscire a riposare un po'. In ogni caso ho letto e riletto qualche capitolo del libro di Claudio Spadoni e riconfermo la mia impressione iniziale. Fammi sapere la tua quando potrai.
      Un abbraccio
      Nou

      Elimina
  12. Libro dolce e decisamente ben scritto e Claudio (che anche io conosco da quando sono nata) sa trasmettere al lettore la sensibilità che gli è propria....sa raccontare la sua vita, anche la parte più dura, in modo lieve e a tratti romantico. L'amore pervade tutta la sua vita e traspare nelle sue pagine.
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura, condivido. Un amore fiducioso e sincero caratterizza i sentimenti del nostro amico comune.

      Un abbraccio
      Nou

      Elimina
  13. Solo un buon fine settimana:-) Con abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Riri,
      :) Ti ringrazio tantissimo e ricambio. Abbracci Nou.

      Elimina
  14. Ciao Nou, hai fatto un'ottima recensione al libro del tuo amico e mi è venuta voglia di leggerlo: ti farò sapere.
    Un caro saluto e un grazie!

    RispondiElimina
  15. Passo per augurarti una serena domenica.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cavaliere..
      A presto
      Ciao:)

      Elimina
  16. Si leggono velocemente, queste pagine che raccontano lo scorrere della vita alternando semplici ricordi (piacevoli e nostalgici) ed episodî intimi: sono uno stimolo continuo, un fermo invito ad apprezzare il dono della vita e il mistero che la accompagna.
    L'Autore affronta anche un cambio di registro, impresa che gli riesce assai bene: staccandosi dal rigoroso realismo, propone un racconto sentimentale che la fantasìa (di cui può andare fiero) ha colorato con toni che attraggono come una calamita. Poi rientra nella realtà.
    Il libro è di quelli che si lasciano lèggere piacevolmente, quasi scivolando sulle parole, tuttavìa, a mio parere, se ne apprezza maggiormente la bellezza (non solo espositiva) se si legge per primo l'episodio "Se solo". Sono anche convinto che l'opera trarrebbe vantaggio da un completamento (leggasi: ampliamento), sì che possa presentarsi come un libro grande anche fisicamente.
    Possiamo attendere, Claudio?
    ISIDORO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Possiamo attenderlo :)
      Claudio ha una fervida e copiosa prosa, basta lo voglia. Forse hai ragione nel ritenere che l'episodio "Se solo" potrebbe essere il racconto attorno al quale esporre gli altri. Potrebbe essere il nucleo di tutta la narrazione, ma nulla toglie alla sostanza degli eventi. Ho ripreso la lettura oggi e la, rilettura, mi piace ancora di più. E' un libro che racconta la tensione del vivere nella vita reale, nella sfera intima dei sentimenti, nella fantasia dei desideri e dei sogni, temi in cui ognuno può riconoscersi.

      Grazie Isidoro del tuo commento e grazie per aver voluto condividere le tua impressione con me/noi.

      Rivolgo anch'io una domanda a Claudio, che ne pensi?

      Ciao Nou

      Elimina
  17. Ciao Nou, ciao Isidoro
    che ne penso, mi chiedi Nou...
    Penso che ogni lettore abbia ricevuto una risposta che gli appartiene ed è giusto che su quella esprima il suo giudizio. Isidoro è stato "rapito" da Se solo, e da qui il suo lecito suggerimento. Io consiglierei, a chi non ha ancora letto il libro, di iniziarlo dall'inizio, così come si fa con i romanzi, e seguirne la trama apparentemente inesistente, ma che si manifesta nell'intrecciarsi delle Vite raccontate, fino all'ultima pagina.
    Grazie dei vostri suggerimenti e delle vostre belle parole.
    Un caro saluto a tutti.
    Claudio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Claudio, convengo che il tuo pensiero sia il più giusto. L'autore sente come presentare il suo Racconto al lettore, è la traccia che il lettore può e dovrebbe seguire per comprendere lo svolgersi degli eventi e nel tuo caso dello svolgersi di "Più di una vita", non vi è titolo più appropriato.

      Un abbraccio Nou

      Elimina
  18. Non resta che arrendermi.
    Però... però non può finire qui.
    Mi sono recato presso un negozio "la feltrinelli", librerìa "fisica" che l'editore indica come rivenditore convenzionato: volevo comperare qualche copia del libro per farne dono ad alcuni amici che lo leggeranno con piaceree. Ebbene (anzi: emmale!), non solo il libro non ce l'hanno, ma i due ragazzi che mi hanno offerto assistenza (si fa per dire...) mi hanno invitato a ordinarlo via internet ("sa, qui ora che arriva..."). Voglia di lavorare saltami addosso?
    Ho allora provveduto a ordinarlo, presso due diversi siti di vendita on-line: è passato quasi un mese e non ho ancora ricevuto nulla. Per essere più precisi, uno dei due siti mi ha inviato una e-mail che dice circa così: "Il prodotto non è al momento disponibile; ti avviseremo appena conosceremo la data di disponibilità. Se vuoi, puoi annullare l'ordine."
    Mi pare che non funzioni.
    Che ne dite? E tu, Claudio?
    Attendo.
    Isidoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai annullare l'ordine!
      Ciao Isidoro,
      ho fatto anch'io delle esperienze negative via internet, ma anche altre positive. Ho visto che Amazon lo dà non disponibile per il momento. Lo farà in seguito. Penso che avrai provato su Youcanprint. Purtroppo non so cosa consigliare ma il servizio dovrebbe funzionare a rigor di logica.
      La Feltrinelli di Mestre è stata sempre premurosa alle mie richieste. C'è da dire che se pur precedo le mie richieste con le parole "per favore", ho il tono di chi difficilmente ammette un rifiuto e allora fanno in modo di togliersi il fastidio sul nascere.. mah! penso proprio che sia così nel mio caso :) ad ogni modo bisogna insistere.

      Un caro saluto

      Nou

      Elimina
  19. Ciao, Nou.
    No, non ho annullato nessun ordine.
    Proprio due giorni fa è arrivato il pacco ordinato al primo dei due onliner (IBS); ora attendo la consegna di Amazon, che ancora mi dà il libro non disponibile.
    Quanto a lafeltrinelli, con me ha chiuso. E non solo per il trattamento che ho ricevuto in negozio. Spiego.
    Dopo la negativa esperienza ho provato a ordinare il libro attraverso il loro sito; c'erano problemi tecnici. Allora ho cercato un indirizzo e-mail o un numero di telefono (tipo "contattaci"). Niente da fare. Mi sono allora collegato al sito fratello "feltrinellieditore", nel quale ho trovato i riferimenti per un contatto telefonico. Ho telefonato immediatamente e ho trovato una persona gentile che mi ha confermato di ricevere tante lamentele per il fatto che "lafeltrinelli" non ha un contatto evidenziato sul sito; mi ha fornito il numero del centralino (lafeltrinelli), preavvisandomi che riceverò NON soddisfazione MA un numero di telefono a pagamento: e così è stato: un tizio mi ha risposto (sgarbatamente) che non dà informazioni; se volevo qualche informazione dovevo chiamare un altro numero (che mi ha dato) , senza specificarmi che era "un numero a pagamento".
    Per poter chiamare l'assistenza clienti bisogna essere già clienti, se no si paga!
    Posso definirli (eufemisticamente) indecorosi?
    Scusa lo sfogo.
    Anche a te un caro saluto.
    Isidoro

    RispondiElimina
  20. Ciao Isidoro,

    tanti fatti legati al vivere commerciale e non, di questa nostra società sono indecorosi in quanto basandosi sulla logica dell'ottimizzare tempo e denaro perdono di vista il rispetto per la persona umana. E' un guaio dei nostri tempi.

    Un abbraccio

    Nou

    RispondiElimina
  21. Un regalo di Natale per Claudio: tra le persone che conosco, tutte quelle che hanno letto il suo libro lo hanno apprezzato.
    Una meritata soddisfazione e (aggiungo) uno stimolo a non considerare chiusa l'esperienza.
    Isidoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Isidoro, l'apprezzamento per i suoi racconti è veramente il regalo più bello per Claudio.
      Tanti auguri di un buon fine e inizio d'anno. Abbiamo bisogno di respirare aria serena e di speranza. Speriano che il nuovo anno ne sia pervaso.
      Un abbraccio
      Nou

      Elimina