Corriere piccolo

sabato 3 dicembre 2011

Un po' di umorismo sarcastico

Oh...che bella pensata!


(Immagine da web)

27 commenti:

  1. Già: il definitivo trionfo di sua maestà il Lavhorror (e di suo padre, il Dio Filigranato...) :-(

    Ciaoooo!!!! :)

    RispondiElimina
  2. Bella nomina,il fatto che quando si è vecchi gli acciacchi e la mutua sono sempre in agguato...Già, il licenziamento farà giustizia.
    Come siamo ridotti male Nou.
    Ciao, Ti auguro un sereno weekend.

    RispondiElimina
  3. Assolutamente vero...purtroppo!

    Buona domenica, Nou.

    RispondiElimina
  4. Innocente presa in giro a chi che di mestiere magari fa un lavoro usurante...
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  5. e non siamo contenti? c'è un sacco di gente che entra in depressione quando lascia il lavoro! :-(

    Mi piace la tua nuova foto. ;-)

    RispondiElimina
  6. Evviva... non vedevamo l'ora! :(

    Un abbraccio e buona domenica ;)
    Namastè

    RispondiElimina
  7. Quindi nessuno andrà più in pensione,
    Almeno finchè resterà vivo.

    RispondiElimina
  8. E gira e gira sempre in quel posto c'è arrivato!
    Addio vecchiaia
    Addio buonauscita
    Addio anche all'entrate,
    sempre anoressiche più che mai.
    Però....arrivare sul lavoro dopo essersi scordati la dentiera in un bicchiere, la stampella in un armadio
    e i pannoloni reciclati da qualche altra parte,
    sarà fantastico....ci farà sentir sempre più "vivi"!!!!!!!
    Ciao Nou!
    Da Lunedì s'incrementerà la vendita dei fazzoletti perchè ormai...non ci resta che piangere!
    Elisena

    Ah....dimenticavo...anche il funerale ce lo faremo a piedi, come Totò!!!!!!

    RispondiElimina
  9. Vero..aveva ragione troisi non ci resta che piangere.
    Buona domenica ciao

    RispondiElimina
  10. Secondo me abbiamo finito di vivere una buona vecchiaia che ci consenta di vivere più a lungo.
    Poter disporre del proprio tempo, fare quello che si desidera fare e che non si è mai potuto fare, se la salute ci assiste, e vivere il tempo lentamente, allunga la vita.
    Chi ha un lavoro che dà soddisfazione può anche permettersi di lavorare fino a 70 anni e molti professionisti già lo fanno.
    Ma vorrei vedere come fa mia nonna a tenere a bada 30 o 40 bambini di diversa età, all'asilo. Secondo me la travolgono.

    Con i sistemi che ci propongono, la pensione arriverà troppo tardi e prima moriremo poi ce la daranno.
    Ciao Nou, un abbraccio.

    RispondiElimina
  11. A quale triste punto siamo arrivati!

    RispondiElimina
  12. Pensiamo ad un lavoratore che già è felice perchè tra un'anno o al massimo due dice finalmente vado in pensione che doccia fredda poveretto.
    Ciao Nou a presto Lidia.

    RispondiElimina
  13. @Zio Scriba
    Abbiamo sentito la parola equità centinaia di volte..troppe per essere credibile.

    RispondiElimina
  14. @Adamus
    Non vogliono che invecchiamo troppo..e la cura per schiantare prima l'hanno pensata bene e per loro sarà un gran risparmio di provvedimenti.

    RispondiElimina
  15. @Gianna
    Dobbiamo vivere a lungo per farli morire di rabbia!

    RispondiElimina
  16. @Arianna
    Dici bene! Io penso che sia più ingiusto che equo.

    RispondiElimina
  17. @Antonio
    Io, quando ho lasciato il lavoro, sono rinata..alla faccia loro! :)

    RispondiElimina
  18. @Rosa
    ..il lavoro nobilita l'uomo e parimenti la donna!

    RispondiElimina
  19. @Aldo
    "Pensione" è una parola che dà loro allergia.

    RispondiElimina
  20. @Elisena
    ..gira e rigira..troppo vero!
    Hai fatto un quadro perfetto..il funerale a piedi..sì certo! Siamo pieni d'iniziativa noi italiani.. :)

    RispondiElimina
  21. @Rosy
    Non ci resta che piangere..la povera Fornero ha dato il via..con vere lacrime: è stato un bel momento quelle lacrime sulla parola "sacrifici".

    RispondiElimina
  22. @Speradisole
    Portano sempre ad esempio la Germania, senza ricordare quanto povera di servizi sociali sia l'Italia, e come anziani e a volte giovani malati cronici, siano a carico esclusivo della famiglia e in particolare dell'accudimento da parte delle donne. Oggi i medici non suggeriscono ai pazienti quelle cure che allevierebbero le sofferenze non gravi ma che renderebbero più sopportabile la vita. Bisogna che il paziente le richieda espressamente: devono contenere la spesa sanitaria. così alcuni ricevono ed altri non ricevono buona vita con il solito sistema all'italiana. Ho riscontrato direttamente questo atteggiamento. La buona vita per pochi ci sarà ancora, ma per i più non se ne parla.

    RispondiElimina
  23. @Adriano
    Siamo arrivati a un triste punto, a una specie di morte sociale. Se non riparte la crescita dell'economia, per i giovani vi saranno anni ancora più tristi.

    RispondiElimina
  24. @Lidia
    Per quei lavoratori dev'essere una delusione profonda perché oltre alla crisi, devono subire un'ingiustizia.

    RispondiElimina
  25. Averlo il lavoro!
    In questo caso si potrebbe anche accettare la nomina.
    Cristiana

    RispondiElimina
  26. @Cristiana
    Chi ha un lavoro, qualsiasi lavoro onesto, può ritenersi fortunato. Purtroppo la crisi dà i suoi effetti e ne avremo per qualche anno, se tutto va bene.

    @Gianna
    Ciao Gianna! Scusami per il ritardo, buoni giorni!

    RispondiElimina