Corriere piccolo

mercoledì 1 aprile 2015

Gita a Piavon

Dalle ore 12 alle ore 13 si è svolta la mia meravigliosa gita "fuori porta"in bici.
Ho anticipato la pasquetta... diciamo... :-)

Chiesa di Piavon che si trova a Km 4 dalla mia abitazione

 
Affresco raffigurante S.Benedetto Abate

Particolare della Meridiana
Il mio pranzo in solitudine

***
Qui sotto un selfie con amici nel giorno del mio compleanno
il 20 marzo scorso

18 commenti:

  1. Cara Nou, ti auguro un buon pomeriggio con un abbraccio forte.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona nottata Tomaso! Un abbraccione:-)
      Nou

      Elimina
  2. Bella gita, ottimo pranzo e pure S. Benedetto. Nou scusa ma non sapevo altrimenti sarei passato a tirarti le orecchie... allora auguri (che poi in ritardo valgono di più).
    Felice meritato riposo dopo la gita pasquale anticipata.
    A presto
    Paolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli auguri fanno sempre bene! Quella gita non premeditata mi ha caricata di buona energia. Ho fatto la viandante che si procura il pasto lungo la strada se capita,se trova aperto sennò non importa. Ho pedalato e respirato a fondo nella gita piena di aria fresca e cielo luminoso: per star bene può bastar poco!

      Ciao, un abbraccio.
      Nou

      Elimina
  3. Bravissima e beata te che ci sai andare in bicicletta, io nemmeno sul triciclo dei bambini.
    Belle facce di giovincelli sorridenti. Augurissimi.
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aldo, ho imparato a pedalare prestissimo credo a quattro anni. Attorno ai sei anni mio papà volle che andassi con lui a Goro (Fe) . Lui con la bici da uomo nera, io con la mia biciclettina rossa abbiamo viaggiato per gli stradoni sterrati in mezzo ai campi.Stradoni che venivano utilizzati dai mezzi agricoli. Traghettammo lo Scolo Veneto con una barchetta senza traghettatore tirata da una riva all'altra con una fune. Più avanti attraversammo il ramo del Po di Goro con una chiatta che noi si chiamava "monsa" con il nocchiero questa volta.E poi via la volata finale alla piazza del mercato di Goro. Saranno stati tre chilometri all'andata e altrettanti al ritorno, ma tanti con quelle routine piccole! Il papà mi aiutava spingendomi con una mano sulla schiena : era una bella mattinata di primavera:-)
      ...tutte queste parole per dirti che per me è naturale andare in bici visto la lunga esperienza...sperando che duri ..
      Che giovincelli eheh! ;-)
      Grazie Aldo e un abbraccio.
      Nou

      Elimina
  4. Ottima scelta quella di fare un giro in bici in un posto così bello!!
    Anche se in ritardo: Buon compleanno!!!

    RispondiElimina
  5. Grazie Jampy per gli auguri. In questa zona ci sono tanti bei paesini da visitare che hanno avuto origine nell'epoca romana e in seguito sono stati proprietà della Repubblica di Venezia. Nulla di eclatante ma tante piccole realtà molto apprezzabili.
    Un abbraccio
    Nou

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che anche le piccole chiese, i borghi sconosciuti,
      abbiano una loro importanza. Ed in più conservano un fascino ulteriore proprio perché meno noti di altre mete! Ciao Nou aspetto nuove passeggiate!!!

      Elimina
    2. A presto Jampy...il dottore mi ha detto:pedalare, pedalare signora cara!
      :-))

      Elimina
  6. Nou ....foto meravigliose , e gita in bici e foto di compleanno..auguri tardivi..ma mille ovette piene di affetto per questa Pasqua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricambio l'affetto con sincera amicizia! W la Pasqua e tutte le uova! ;-)))
      Un abbraccio Nella, ciao.
      Nou

      Elimina
  7. Unisco gli AUGURI di Buon Compleanno a quelli di una Pasqua serena.
    Ovviamente tutti auguri grondanti affetto e simpatia.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie:-)
      Cristiana è bello ritrovarci e rinnovare ricorrenze. Mi piace questa nostra amicizia che dura ormai da diversi anni.
      Buona Pasqua di gioia a te e ai tuoi cari.
      Abbraccio
      Nou

      Elimina
  8. Ti sembrerà strano, ma pur abitando nel capoluogo di provincia e pur essendo un discreto ciclista, non sono mai stato a Piavon, che sembrerebbe carina, a giudicare dalle tue immagini. A volte anch'io prendo la bici e mi perdo da qualche parte, magari con un libro al seguito o con qualche amico con cui scambiare due chiacchiere.
    Buona Pasqua Nou, mi piace vederti sorridente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto andando di nuovo a Piavon, in bici. E' un piacere e un dovere per provare a dimagrire. Spero di farcela e postare fra qualche mese una foto più "sottile". Se ti piace Lucio Battisti ho postato oggi "vento nel vento" e senza sapere anche tante altre canzoni.
      Leggendo il tuo blog avevo capito che abiti da queste parti, non è la Sicilia ma comunque non ci possiamo lamentare. E non è il Delta del Po con l'inconfondibile clima che ho annusato dalla nascita e che non ve n'è un altro che mi piaccia di più al mondo, ma non mi posso lamentare.
      Un abbraccio
      Nou

      Elimina
  9. Ciao Nou, scusa il pazzesco ritardo ma ti prego di accettare comunque i miei auguri!!!
    Leggo con piacere delle tue scorribande biciclettesche: qua a Cagliari, purtroppo, ci sono troppi pirati della strada...
    Peccato...
    Ho ricevuto il tuo dono con piacere e ti ringrazio molto sia per quello sia per le bellissime parole: da VERA amica.
    Poi non conoscevo questo artista e leggerò il libro con grande piacere e con non minore curiosità.
    Inoltre, dall'introduzione mi pare di capire che "c'è di mezzo" anche il Carso (ho capito bene?). Questo mi ha ricordato, un a volta di più, mio nonno... che appena 20enne combattè in quelle zone.
    Raccontava di quando il nostro esercito entrò in Gorizia e lui, giovanissimo mai uscito dalla Sardegna, si trovò in quell'inferno di ferro e di fuoco: 100mila morti in soli 10 giorni di combattimenti.
    Speriamo che se proprio dovremo combattere un'altra guerra, quella possa essere contro chi sfrutta i lavoratori, umilia le donne, gli immigrati, priva di futuro i giovani, lascia gli anziani ed i malati senza cibo, senza casa e senza cure.
    E dopo quella, non dovranno essercene più!
    Chissà, forse l'amico poeta avrà sentito parlare (penso molte volte) della presa di Gorizia; che cosa ne pensi?
    Ti ringrazio ancora per il dono e ringrazia, se puoi da parte mia, anche il poeta!
    Un abbraccio grande.
    Riccardo

    RispondiElimina
  10. Giampietro Fattorello ha preparato un altro incontro con Arturo Benvenuti il giorno 28 p.v.. Si svolgerà una conversazione con il poeta e ci sarà una lettura di alcune parti dell'Opera Poetica. Ne saprò di più sulla presa di Gorizia (al momento ho una conoscenza confusa ). Il Carso è la sua regione del cuore.
    Il poeta e il professore sono due personaggi interessanti.
    Un abbraccio grande anche a te:sono felice di conoscerti e ti sono grata per l'amicizia che è ricambiata..
    Siamo anche qui in alto mare per il lavoro dei figli. Vita stressante! Però non dobbiamo arrenderci mai.!
    Ciao Nou

    RispondiElimina