Corriere piccolo

venerdì 28 gennaio 2011

Da "La terra santa" di Alda Merini

Pensiero,io non ho più parole.
Ma cosa sei tu in sostanza?
qualcosa che lacrima a volte,
e a volte dà luce.
Pensiero,dove hai le radici?
Nella mia anima folle
o nel mio grembo distrutto?
Sei così ardito vorace,
consumi ogni distanza;
dimmi che io mi ritorca
come ha già fatto Orfeo
guardando la sua Euridice,
e così possa perderti
nell'antro della follia.

Alda Merini

mercoledì 26 gennaio 2011

Giorno della Memoria

Ogni iniziativa per non dimenticare è utile alla civiltà e alle coscienze!
***
Wikipedia dice: "l'Olocausto" è divenuto per metonimia il termine con il quale ci si riferisce al genocidio compiuto dal Terzo Reich a danno di tutte quelle persone ed etnie ritenute "indesiderabili" dalla dottrina nazista (ebrei, omosessuali, oppositori politici, Rom, Sinti, zingari, testimoni di Geova, pentecostali, malati di mente, portatori di handicap ecc.). In particolare si stima che circa sei milioni di ebrei siano stati sterminati.

domenica 23 gennaio 2011

Una storia vecchia e nuova

El capitalismo foraneo
di Tiziano Scarpa

Solo l'essere amati, solo l'essere voluti conta: non l'amare, non il volere. Mio zio si è suicidato perché aveva investito tutti i suoi risparmi (trent'anni da elettricista dentro una fabbrica di alimentari la Chiara & Forti di Silea, TV) in un'operazione finanziaria che acquistava terreni in Romania. (Il primo supermercato di Bucarest è stato aperto dai soldi italiani). Mio zio era sindacalista cattolico, scapolo, in casa badava a mia nonna (cioè sua madre), nella campagna veneta. Spesso le tragedie in Veneto tendono al patetico. Qualcuno si ricorda di Giorgio Mendella? Quell'uomo brutto che si vedeva di notte in tivù, tra un canale di fiche e uno di tette? Vendeva la Romania agli italiani, trionfava nelle convention (a Viareggio, millenovecentonovantatre). Ai suoi telespettatori notturni prometteva di guadagnare molto. Di recente è stato assolto dal reato di associazione a delinquere. È stato considerato prescritto il reato di truffa aggravata e continuata. È stato condannato per la bancarotta fraudolenta della holding finanziaria Intermercato. È latitante. Mio zio mi ha domandato "se mi aiuti a scrostare via la ruggine" dalla rete di recinzione. "Zio! Non ti sembra ora di cambiarla? È marcia!" Quando l'abbiamo ritrovato nella Fiat Ritmo, è risultato chiaro che non aveva più una lira per cambiare né la rete né la vita. (A proposito, sconsiglio chiunque di suicidarsi con i gas di scarico: la faccia ti diventa una bistecca metà cotta e metà cruda, perché il sangue tenta di scappare da un corpo che sta morendo asfissiato, e si raggruma tutto in una guancia, calcia dentro un occhio, lo fa scoppiare). Mio zio è stato ucciso dalla tivù. La televisione gli ha chiesto soldi, lui le ha dato anche la vita. Perciò io la capisco quella casalinga che a cinquant'anni ha fatto la puttana per pagare i debiti a Vana Marchi e al maestro di vita do Nascimiento (la tivù ti dà i numeri del lotto, sa come liberarti dal malocchio, ma soprattutto riesce a farti andare di notte a spompinare per le strade). Capisco gli elettori del padrone di mezza Italia, perché nella vita l'unica cosa che conta è incappare in qualcuno che voglia la tua vita. Silvio Berlusconi mi vuole, mi ama, mi fa sentire che ho anch'io qualche cosa da dargli, che a lui risulta gradito! La mafia, il Papa, la televisione, Gianni Agnelli e gli industriali del Nord, la pubblicità, il campionato, il festival di Sanremo si accaparrano me. Il potere mi vuole! Vuole me! Solo la vita spesso non mi vuole. Non si vive se nessuno ti vuole. Mi volete forse voi comunisti? Mi volete forse voi democratici di sinistra? Mi bramate con tutte le vostre forze come mi dimostra (con mille prove d'amore fedele) di bramarmi il mio dolce Berlusconi? Sono la Romania dopo la fine dell'impero sovietico. È bellissimo che arrivino finanziamenti esteri, è commovente sentirsi contesi. È luminoso, è nuovissimo questo supermercato aperto nel mio cuore.

venerdì 21 gennaio 2011

Censura e informazione

Per seguire le vicende italiane bisogna essere dei veri investigatori e degli esperti su molte materie: diritto, finanza, economia, giustizia. Cosa impossibile per un comune cittadino. Lo è anche per il cittadino con qualche motivo di distinzione.
Ogni notizia mediatica, viene affermata da alcune fonti e messa in dubbio da altre. L’informazione non è attendibile. Solo il coraggio delle convinzioni personali e la buona fede supportata da una condotta coerente alle proprie parole è credibile.
Riporto pertanto notizia della risposta di Tiziano Scarpa "Analfabeti di civiltà" http://www.ilprimoamore.com/testo_2140.html, riguardante la petizione contro l’estradizione dalla Francia di C.Battisti.

giovedì 20 gennaio 2011

Il Pepo

In ricordo del mio amatissimo Pepo...















Primo piano

















Mentre riposa


















In attesa della scorribanda fra i campi.

Appena fuori dalla strada lo lasciavo libero di correre e per recuperarlo dovevo raggiungerlo in bici.

Avevo un bel daffare a farmi ubbidire!

martedì 18 gennaio 2011

L'arte di non leggere

Divertente e interessante conversazione letteraria di Carlo Fruttero e Franco Lucentini
http://www.youtube.com/watch?v=XMrbtvkkbaU&feature=channel

martedì 11 gennaio 2011

giovedì 6 gennaio 2011

Epifania






Significati di Epifania


1 Apparizione, rivelazione della divinità

2 Nella religione cristiana, la prima manifestazione di Gesù, che avvenne davanti ai Magi nella grotta di Betlemme; festa del 6 gennaio che ricorda tale fatto




domenica 2 gennaio 2011

Aforisma di Elias Canetti


"I veri scrittori incontrano i loro personaggi solo dopo averli creati "